Siamo un’agenzia di comunicazione che vive
in una piccola fattoria con grandi sogni autarchici.

I VASSERI

Veniamo da un posto in cui  il modo migliore  per indicare con precisione una famiglia, o una parte di essa, è usare il soprannome. Scorrendo l’elenco telefonico, infatti, potreste trovare una manciata di cognomi, condivisi da decine e decine di persone. Con il soprannome si va sul sicuro. Tutti sanno di chi stai parlando. Così appellativi dai suoni e dai significati più fantasiosi vengono tramandati di generazione in generazione ed ogni famiglia, a volte suo malgrado, ne custodisce la memoria ancestrale.

Noi siamo i Vasseri.

Merito di un vecchio trisavolo di nome Bassero, la cui radice richiama chiaramente Basso santo patrono della vicina Termoli.  Poi succede che, un po’ come fanno a Cuba, le B diventano V, ed eccoci qua. Quelli dei Vasseri. In Abruzzo funziona così.

La seconda cosa importante che vogliamo farvi sapere, infatti, è che siamo in Abruzzo.

In un piccolo paese che si chiama Torino di Sangro. Non così piccolo a dire il vero, visto che abbiamo due lidi, una spiaggia nudista, due fiumi, un centro storico delizioso, qualche hotel e un po’ di campeggi. Sulle pendici di una di queste verdi colline c’è la nostra Fattoria Vegetariana. Ci siamo noi.

SIMONA & ANGELO

Simona e Angelo, 27 e 35 anni, che un giorno sono andati a vivere nella casa dei nonni di lei e hanno riscoperto un grande amore per la campagna. Al momento la nostra attività principale è tutt’altra: gestiamo un’ agenzia di comunicazione e fotografia, ma è bastato vivere un anno in questa che una volta era una attivissima azienda agricola per risvegliare in noi un istinto che in qualche modo doveva essere congenito.

All’inizio la componente romantica è stata forte: l’odore del fieno, la nebbia nella vallata, i peschi che fioriscono ed il sapore degli ortaggi appena raccolti. Tutte immagini e sensazioni che ci hanno dato una scossa ed avviato il processo di cui parleremo nel blog che state leggendo.

Insieme al romanticismo, però, abbiamo la voglia di fare qualcosa di autentico, produrre cibo buono, prenderci cura di questa piccola porzione di terra con i suoi abitanti animali e vegetali in modo sostenibile ed etico.

Produrre quello che tradizionalmente è stato prodotto, ma in modo diverso, senza la pretesa di essere dei rivoluzionari o di voler insegnare qualcosa agli altri. Piuttosto ci vediamo come degli sperimentatori pasticcioni, ma che alla fine portano a casa un buon risultato.

Questi siamo noi. Abbiamo detto tanto ed abbiamo detto ancora pochissimo. In queste pagine vi racconteremo dei nostri fallimenti e dei successi (speriamo), dei tanti progetti che abbiamo, man mano che prenderanno forma.

Gli originali, da sinistra verso destra:
Antonio (Nonno), Nicola Antonio (Papà) e Nicolina (Nonna)
Grandissima fantasia per i nomi nella mia famiglia